LAVORI SOCIALMENTE UTILI

La richiesta per l’utilizzo diretto in LSU deve pervenire da una amministrazione pubblica, di cui all’art. 1, D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165,  prevedere  l’utilizzo in mansioni equivalenti  alla qualifica posseduta dal lavoratore ed  un impegno temporale proporzionato al trattamento previdenziale goduto, comunque non inferiore a 20 ore settimanali e non superiore a 8 ore giornaliere, salvo integrazione  a carico dell’amministrazione.
L'assegnazione dei lavoratori percettori di trattamenti previdenziali avviene a cura dei centri per l'impiego, seguendo il criterio di  priorità alle persone che hanno il maggior periodo residuo di percepimento del trattamento previdenziale,  tenendo  conto dell'ambito territoriale interessato.
Il trattamento previdenziale, durante l'utilizzo in lavori socialmente utili, continua ad essere erogato.

Le persone segnalate che rifiutano, senza giustificato motivo, di partecipare a lavori socialmente utili vengono  segnalate all'INPS  per i provvedimenti di competenza relativi all'ammortizzatore sociale.

 

Riferimento:

Gabriella Pivetta

Telefono: 0422 656643

Fax: 0422 656445

Email: pivettagabriella@provincia.treviso.it